Una nuova vita- percorsi di transizione per ragazzi in comunità

La traccia nomade

Vi siete mai chiesti quale sia il passo più difficile nel lavoro socio-educativo con i giovani? La risposta è probabilmente quella che vi aspettavate: quando bisogna lasciarli andare e devono cominciare a farcela da soli. Non c’è programma o progetto che non debba affrontare quest’evento perché tutti smettiamo di essere giovani ad un certo punto. L’impatto che ciò ha nella vita di una persona varia a seconda del tipo di aiuto che viene dato e, in certi casi, il passo è così importante che ci vogliono anni di preparazione. O una strategia alternativa. Vorrei condividere con voi due fantastiche iniziative, diverse tra loro in tutto e per tutto, tranne una cosa: la volontà di fare in modo che i ragazzi non si sentano abbandonati  una volta terminato il loro percorso di crescita all’interno di un determinato progetto.

(In fondo, suggerimenti per esperienza di volontariato!)

Casa Mantay– Cusco, Perù

Ancora…

View original post 1.533 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...