SlashFestival: l’Università incontra la Città

Più di 5.000 studenti iscritti, 19 corsi di laurea, oltre 100 docenti, un Dipartimento di Scienze per la Qualità della vita. Sono solo alcuni dati del Campus riminese dell’Università degli studi di Bologna. Una presenza sempre più rilevante nella nostra Città ma che spesso rischia di essere considerata solo un fenomeno da sfruttare o di cui lamentarsi (affitti in nero, rumore notturno, …) invece che una vera e propria risorsa.
Il 17 Ottobre 2013, anche se già l’idea circolava dal mese di aprile, gli universitari riminesi hanno deciso di dire la loro, di riaffermare il loro ruolo di protagonisti nella nostra città e lo hanno fatto costituendosi in un’Associazione.

L’hanno chiamata “Slash” ed è stata un’idea innanzitutto frutto dell’impegno di tre studenti di Economia: Luca Carrai, Davide Cannata, Dario Ferrara.
Oggi Luca è anche Presidente dell’Associazione, che conta al momento 350 soci e 15 studenti impegnati direttamente nel consiglio direttivo. In questo primo anno di attività l’associazione si è dotata di un suo Statuto e ha fissato alcuni obiettivi: innanzitutto stimolare la partecipazione studentesca e, parallelamente, entrare in contatto con il territorio collaborando con le altre associazioni e realtà già presenti e attive. Concretamente sono stati proposti corsi, laboratori, attività ricreative, feste, eventi…soprattutto finalizzati a coinvolgere gli studenti “fuori sede”, tutti coloro cioè che vivono la città di Rimini pur non essendoci nati ma che qui a Rimini decidono di costruire le basi per il loro futuro investendo sugli studi universitari.

È la storia anche di Luca, classe 1989, che qui a Rimini è arrivato per caso da Castiglione della Pescaia dopo una laurea al Dams di Firenze. Incuriosito dalla possibilità di cimentarsi in una laurea magistrale in Economia in lingua inglese, proposta dal Campus riminese, si è buttato in questa nuova avventura.
I primi temi sono stati difficili” – ci racconta Luca Carrai – “ho dormito alcune settimane in un ostello, la facoltà era impegnativa e molto diversa dai miei studi precedenti e qui a Rimini non conoscevo nessuno, non sapevo come orientarmi. Ho accolto però queste difficoltà come una sfida e oggi sono pienamente soddisfatto della scelta intrapresa. Ho scoperto una città briosa e accogliente, pronta ad ospitare idee innovative“.

L’Associazione Slash” – prosegue Luca – “in fondo è solo il coronamento di questo percorso di inserimento nel tessuto cittadino. Come studenti vogliamo dimostrare concretamente che l’Università non è solo una risorsa economica da sfruttare ma un valore aggiunto, un’opportunità per tutti. Una delle attività realizzate dalla nostra associazione di cui vado più orgoglioso è stata, ad esempio, la realizzazione di due tesi di laurea in collaborazione con il Rione Montecavallo, dove abbiamo trovato persone davvero disponibili, a partire dal presidente dell’Associazione Montecavallo Marco Sanchini, con cui abbiamo un bellissimo rapporto di collaborazione. Le due tesi di laurea dei nostri associati hanno mostrato che dagli studenti possono arrivare idee innovative e importanti per migliorare il turismo e in generale la qualità della vita della città”.

Al termine dell’anno accademico l’Associazione Slash ha deciso di proporre un evento importante, un vero e proprio Festival degli studenti del Campus di Rimini: “SlashFestival”.
Sabato 7 Giugno p.v. a partire dalle ore 14 fino alle 2 di notte gli studenti si approprieranno così dell’Atrio Alberti per una giornata che sarà contraddistinta da conferenze, dibattiti, stand, concerti.
Le conferenze riguarderanno temi importanti: economia, religione, filosofia, spiritualità, editoria… e vedranno coinvolte esperienze come quelle della Banca del Tempo, del Centro Olistico “Spazio Interiore”di Roma, dell’Associazione Pacha Mama, di Banca Etica.

Oltre alle realtà già citate molte altre collaborano all’evento oltre ad aver condiviso in questo anno un pezzo di strada con l’Associazione Slash: Cittadinanza, Arcigay, il Centro culturale Paolo VI, la Fondazione San Giuseppe per l’Aiuto Materno e Infantile ONLUS, Libera, l’Associazione Amici di Namastè, l’Ass.ne Sergio Zavatta ONLUS in particolare il Centro Giovani RM25 e la Ciclofficina, Cambiamenti, Greenpeace, T-club, Senzatomica, Rompi il silenzio, Gioc, Gas, Legio XIII, Spazio interiore, l’Associazione Rione Montecavallo, il Centro Olistico Totem…
Alle conferenze si affiancheranno gli spettacolo teatrali della Compagnia “On the fly theatre”, lo Yoga della risata di Terenzio Traisci, “L’Odissea in un’ora” di Roberto Romagnoli e un happening a cura di Giulio Colonna per raccontare la storia della musica a partire dagli anni 30 ad oggi.
E poi ancora giocoleria, artisti di strada, musica dal vivo con le band riminesi Strike Balls e Rubiconians, dj set.

Per Luca Carrai “si tratta di un evento importante e che vogliamo sia aperto a tutta la città, non solo agli studenti. E’ un’opportunità affinchè l’Università si apra davvero al territorio e, al tempo stesso, la città incontri gli studenti. Ma anche un’occasione per tante associazioni di ritrovarsi insieme e collaborare”.
Quando Luca parla del suo impegno per l’Associazione “Slash” gli brillano gli occhi e sogna in grande: “In questo primo anno di attività l’Associazione Slash ha svolto un ruolo importantissimo di aggregazione, ha aiutato tanti giovani “fuori sede” a sentirsi meno soli. Purtroppo riscontriamo nei nostri coetanei ancora forte apatia, senso di sconforto, disillusione. Penso che il valore dell’associazionismo sia proprio quello invece di mostrare che l’unione fa la forza, che dobbiamo avere speranza, che il cambiamento parte proprio da noi”.
Siamo grati soprattutto a Banca Prossima, a Banca Etica e all’Università di Bologna – Campus di Rimini per averci sempre sostenuto e dato la possibilità di cimentarci in questa avventura”.

Appuntamento allora il 7 Giugno nel cortile delle scuole Alberti per conoscere questa nuova e vivace realtà del nostro territorio.

Silvia Sanchini

in http://www.newsrimini.it/sociale

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...