L’Italia sono anch’io

Non ho dubbi. Se per cittadinanza intendiamo l’insieme dei diritti e dei doveri di un uomo o di una donna ma anche il senso di appartenenza e di identità nei confronti di una comunità, una legge che finalmente riconosca lo ius soli così come nuovamente proposto dal neo-ministro per l’integrazione Cécile Kyenge, non farebbe altro che ufficializzare e riconoscere qualcosa che di fatto esiste già e che, come operatori del sociale, sperimentiamo quotidianamente.

Penso alle classi sempre più colorate e multiculturali dei centri di formazione professionale, alle comunità per minori dove sotto a uno stesso tetto convivono con naturalezza (o almeno ci provano!), tante etnie diverse, penso ai corridoi dei Centri Giovani, spazio di incontro e di espressione per ragazzi e ragazze provenienti da ogni parte del mondo per i quali è sufficiente un biliardino o un torneo di calcetto per sentirsi pienamente “integrati”. Penso ai giovani stranieri che conosco e che si interessano alla politica e all’attualità del nostro Paese, che lavorano e pagano le tasse, che guardano film e leggono libri in italiano pur mantenendo nella mente e con il cuore (a volte non senza fatica) un legame con i loro paesi di origine.

Non sto dicendo che sia semplice, ma il cambiamento è già in atto da tempo, noi dobbiamo solo intercettarlo.

http://www.litaliasonoanchio.it/ L’Italia sono anch’io – Campagna per i diritti di cittadinanza

543056_431013503614988_469855912_n

(Foto Centro Giovani “RM25” – Rimini)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...